Ascolto Comfortably Numb – Pink Floyd

IMG_8304

Sordità

Le ore rintoccano indistinte,
non c’è una quiete totale.
Tutte le amarezze sono spiegabili.
Tutte le gioie – noiose.

La minaccia della solitudine, –
il vuoto di un incontro…
Non credo a profezie
di fortune, né di sciagure.

Non aspetto l’evento straordinario:
tutto è semplice, – vuoto.
Né di tremendo né di misterioso
esiste alcunché nella vita.

Dovunque – tutto uniforme
Noi – figli senza il Padre.
E vicino è l’informe
dell’ultima fine.

Ma alla debolezza dell’umiltà
l’anima non cederò.
Non han bisogno di redenzione
le parole sacrileghe!

 

Fino in fondo

Ti saluto, o mia sconfitta,
te e la vittoria amo ugualmente;
sul fondo del mio orgoglio – e’ l’umilta’,
e la gioia, e il dolore – tutti in uno.
Sulle acque chete, nella placidita’
di una chiara sere – vaga ancora una nebbia;
nell’ultima crudezza e’ immensa tenerezza,
e nel Divino vero – un Divino inganno.
Amo la mia disperazione smisurata,
a noi – la gioia nell’ultima goccia e’ data.
E soltanto una cosa io qui so con certezza:
bisogna ogni calice berlo – fino in fondo.

Zinaida Nikolaevna Gippius

Ascolto September – Earth, Wind & Fire
Welcome September!

Oggi voglio ricordarlo come un Compleanno, una Nascita.

Inauguro questo mio spazio piena di speranze.
La speranza di un Nuovo Inizio, un Capodanno pieno di possibilità e sogni che si avvereranno.
La linea di partenza su un sentiero inesplorato e colmo di sorprese e incontri preziosi.

Sulle spalle ho un bagaglio leggero e ho deciso di camminare e cantare.
Canto LaGioia della mia Vita, l’Amore che mi circonda e la Speranza in un futuro di Luce.

L’autunno è una stagione che amo, mi regala colori e profumi d’incanto.
Settembre è la porta dell’Autunno che arriverà, come ogni anno, lento e gentile
con le sue foglie rosse e gialle,
le castagne,
i funghi nel sottobosco,
la stufa accesa
e il tempo del riposo sotto ad una coperta calda con la mia famiglia vicina.

 

Benvenuto Settembre!
Qui si pianificano sogni e miracoli!

be realistic

Ascolto Ludovico Einauidi – Lontano

Elia

Quando sei arrivato, profumavi di sottobosco.

Ero dentro i tuoi occhi, nel nostro primo sguardo.

Sei atterrato lontano dalle mie braccia ma eri già dentro il mio cuore, da sempre.

E’ stato faticoso, molto faticoso, capirti e la sintonia è arrivata dopo lacrime e paure.

Ma adesso siamo una squadra, pronta a goderci il mondo intero!

Le tasche piene di sassi rendono più leggero e bello ogni mattino.

Vedo il filo rosso che ci unisce e ti permette di volare, in alto, come un aquilone arcobaleno.

Il tuo profumo sulla mia pelle e la vita che ci avvolge di gioia.

Grata di esserti Mamma e riscoperta come figlia nuova di altro.

Oggi c’è il sole e so che la sua luce sarà sempre su di te, così come il mio Amore.

 

Auguri, piccolo mio!

Buon quarto compleanno!

La tua Mamma

 

Ascolto Sigur Rós-Varúð

fiore neve

Una vacca asciutta.
senzalatte né amore
un corpo vuoto
pienosolodi      vuoto
pelle inutile.

Incapace di sfamare
incapace di accudire
incapace di dare amore
lento e osceno declino
della profezia che si compie.

Avvolta avvolgo questo corpo inutile
che si lascia andare
e mai verrà restituito.
Percezione graduale
di assenza.

Forte solo di non-essere
qualcosa di desiderato
lento ad arrendersi.

E la lacrima scende
e nessuno la asciuga.

Dentro a certi silenzi
il rumore è così assordante
che viene solo voglia di scappare.

Ascolto “Autumn – Paolo Nutini”

coppia magnolia

“Se saprai starmi vicino,
e potremo essere diversi,
se il sole illuminerà entrambi
senza che le nostre ombre si sovrappongano,
se riusciremo ad essere “noi” in mezzo al mondo
e insieme al mondo, piangere, ridere, vivere.

Se ogni giorno sarà scoprire quello che siamo
e non il ricordo di come eravamo,
se sapremo darci l’un l’altro
senza sapere chi sarà il primo e chi l’ultimo
se il tuo corpo canterà con il mio perchè insieme è gioia…

Allora sarà amore
e non sarà stato vano aspettarsi tanto.”

(Pablo Neruda)