A te si giunge solo attraverso di te

Ti aspetto
Io certo so dove sono, la mia città, la strada, il nome con cui tutti mi chiamano
Ma non so dove sono stato con te
Lì mi hai portato tu
Come potevo imparare il cammino se non guardavo altro che te, se il cammino erano i tuoi passi e il suo termine l’istante che tu ti fermasti?

E in quel momento,
quando mi hai guardato,
ho capito:
la mia destinazione, eri tu…

…e ora nient’altro che NOI!

V.P.
Condividi...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

domenica, 04 maggio 2008

….uscire dal buio con la paura di non saper più vedere.tante sensazioni buttate a casaccio sul piano delle idee…e mi ritrovo a reprimere la rabbia ancora una volta.
Pazienza….non è forse vero che “la vendetta è un piatto da consumare FREDDO”???

…FREDDOfreddofreddofreddofreddofreddooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

Condividi...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

sabato, 12 agosto 2006

…stanca.

insoddisfatta e annoiata.

non sai come prendermi e io non ho voglia di spiegarti nulla.

Mi sento gonfia d’inutilità e la nausea è l’incipit di un rifiuto.

sai qual’è il problema?

N E.

Condividi...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

domenica, 21 agosto 2005

….freddocane con un cane che mi fissa.

gioia per sperare

domani rosso e verde prato.

aspetto la neve sulla faccia…

per poter avere ancora il cuore caldo.

Condividi...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


orizzonti verticali su scaffali a parete stagna

trattengono fumosi ricordi.

sublime.

solo strada davantisottodietro

può cancellare strazianti bisogni e molli desideri

rimanere veloci fissati lontano.

pali che tagliano fili allungati di verde

luci abbaglianti

e intervalli regolari…

facce istantanee sull’uscio di casa:

non sono niente

se l’aria fredda ti sputa in faccia

e gli occhi chiusi a guardare.

Condividi...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •